logo di stampa italiano
 
 
 
 
Sei in: La pubblica amministrazione » La composizione

La composizione

Il territorio di riferimento di Hera è costituito da 244 comuni, in massima parte azionisti della società. Hera intrattiene intensi rapporti e collaborazioni con tecnici e amministratori comunali, provinciali, regionali e nazionali, e delle loro associazioni ed espressioni locali.
Nel territorio gestito da Hera l'organizzazione del servizio idrico integrato e del servizio di gestione dei rifiuti urbani sarà regolata dalla nuova Agenzia territoriale dell'Emilia-Romagna, istituita con legge regionale 23 dicembre 2011, n. 23. Il settore energetico (gas ed energia elettrica) è invece regolamentato dall'Autorità per l'Energia Elettrica e il Gas (AEEG), autorità indipendente istituita con la legge 481/1995 con funzioni di regolazione e di controllo del settore.
Le attività di ricerca e sviluppo attivate dal Gruppo comportano collaborazioni con soggetti istituzionali (Università, Centri di Ricerca come ENEA, Enti Pubblici e altre aziende), anche attraverso partnership o semplici sponsorizzazioni.

Quando sostenibilità ambientale e sociale vanno a braccetto

Il Gruppo Hera ha attivato progetti di prevenzione, riciclo e recupero di rifiuti finalizzati, anche, alla riqualificazione sociale di categorie svantaggiate. "Manolibera" è un progetto sviluppato da Hera in collaborazione con Techne e Comieco, con creazione nella Casa Circondariale di Forlì di una cartiera artigianale, guidata da un artista e da un maestro cartaio. I detenuti producono manufatti artistici, carta da lettere e oggetti vari per enti, istituzioni, negozi e librerie, a partire da scarti di carta e cartone.
Il laboratorio "RAEEbilitando", attivato a Bologna in collaborazione con il Consorzio Remedia e l'Opera dell'Immacolata, occupa ragazzi disabili nel disassemblaggio di RAEE (Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche) non pericolosi. Gli 8 ragazzi coinvolti hanno trattato, a fine 2011, quasi 30 tonnellate di RAEE, recuperando quasi il 90% in peso dei materiali (rame, alluminio, plastiche, vetro).
Continua inoltre l'esperienza di "RAEE in carcere" attivo dal 2008 a Bologna, Ferrara e Forlì. Sviluppato e coordinato da Hera e da Techne, coinvolge la Regione Emilia-Romagna, il Provveditorato Regionale dell'Amministrazione Penitenziaria, Province e Comuni di Forlì-Cesena, Bologna e Ferrara, i consorzi RAEE Ecolight ed Ecodom, agenzie di formazione professionale, cooperative sociali. I detenuti sono occupati nello smontaggio dei RAEE provenienti dai centri di raccolta differenziata del Gruppo Hera. Le diverse componenti dei rifiuti vengono smontate e inviate a impianti specializzati: il recupero è pari a oltre l'85%. Sono stati 27 i detenuti coinvolti (di cui 11 assunti). 2 di questi lavoratori al termine della pena sono stati accompagnanti all'inserimento in imprese del territorio. La quantità di rifiuti trattata a oggi ammonta a circa 1.300 tonnellate, con un trend annuo di crescita del 30%.


La correttezza nei rapporti con la Pubblica Amministrazione

Hera si impegna a garantire la massima integrità e correttezza nei rapporti con la Pubblica Amministrazione. A tal fine il Gruppo ha anche adottato, e mantiene aggiornato, un modello di organizzazione, gestione e controllo teso a individuare gli specifici rischi inerenti ai reati previsti dal D.Lgs. 231/2001.
A oggi il modello organizzativo comprende 24 protocolli che puntano ad assicurare trasparenza e senso di responsabilità nei rapporti interni e con il mondo esterno. Per ciascun processo "a rischio" i protocolli individuano principi, ruoli e responsabilità cui attenersi nella gestione delle attività e definiscono i flussi informativi periodici di controllo. Ciascun protocollo assicura all'Organismo di Vigilanza il costante monitoraggio delle attività a rischio. Tra le materie trattate: la gestione dei rapporti con le Authority, dei finanziamenti pubblici, delle sponsorizzazioni, donazioni e liberalità e degli approvvigionamenti, la tutela dell'ambiente e della salute e sicurezza sui luoghi di lavoro. Nel 2011 sono stati approvati dal Consiglio di Amministrazione di Hera S.p.A. i nuovi protocolli "Attività di vendita" e "Modalità di comportamento e di gestione delle attività ai fini della tutela ambientale". È stata inoltre effettuata la revisione del protocollo "Gestione dei rapporti con Soci, Sindaci e Revisori".
Le procedure adottate fanno propri i principi del Codice Etico con l'obiettivo di indirizzare la gestione del Gruppo secondo i valori e i principi di funzionamento definiti nella Carta dei Valori.

A Rimini "Riciclare conviene" al Centro Commerciale Le Befane

"Riciclare conviene": questo lo slogan con cui Hera ha affiancato E.Leclerc-Conad e Tetra Pak Italia per promuovere la raccolta differenziata delle confezioni in poliaccoppiato. In prossimità delle casse dell'ipermercato una speciale macchina per la raccolta dei contenitori Tetra Pak, a fronte dei conferimenti emetteva scontrini che consentivano uno sconto sulla spesa. L'iniziativa, con il coinvolgimento del Comune di Rimini e di numerose scuole, ha sensibilizzato sull'importanza di separare i rifiuti per risparmiare risorse.