logo di stampa italiano
 
 
 
 
Sei in: La comunità locale » Le relazioni con i media

Le relazioni con i media

La presenza di Hera sulla stampa viene monitorata attraverso un’analisi bimestrale quali-quantitativa della rassegna nazionale e locale. Gli articoli vengono valutati e pesati in base ad alcuni criteri di significatività quali diffusione della testata di pubblicazione, dimensione dell’articolo, posizione in pagina, presenza o meno di foto, e suddivisi in base al loro tono positivo, neutro o critico. L’analisi contiene poi approfondimenti e analisi di dettaglio che consentono di approfondire le principali tematiche affrontate e le criticità evidenziate dai vari stakeholder.

Presenza di Hera nella rassegna stampa nazionale
%200920102011
Articoli positivi o molto positivi92,2%92,8%91,3%
Articoli neutri6,6%4,8%7,8%
Articoli critici o molto critici1,2%2,4%0,9%
Articoli totali (n)268258310

I dati non comprendono Marche Multiservizi.

Presenza di Hera nella rassegna stampa locale
%200920102011
Articoli positivi o molto positivi70,5%69,7%70,1%
Articoli neutri14,1%17,6%18,0%
Articoli critici o molto critici15,4%12,7%11,9%
Articoli totali (n)5.0835.5406.296

I dati non comprendono Marche Multiservizi.

 

Nel corso del 2011 il Gruppo Hera ha confermato la forte presenza sui media. Una presenza consistente sia dal punto di vista quantitativo con 310 articoli (+20% rispetto al 2010) sulla stampa nazionale e circa 6.300 (+14%) sulla stampa locale, sia qualitativo con il 91% di positività sulle testate nazionali e il 71% sulle locali. A questi numeri occorre aggiungere le numerose presenze su servizi radio e tv che nel corso del 2011 hanno avuto una particolare visibilità nazionale, anche grazie ad alcune apparizioni particolarmente qualificate come, a esempio, il servizio dedicato dalla trasmissione Superquark al ciclo idrico integrato della città di Bologna.
Per quanto attiene i media nazionali, hanno ottenuto una buona visibilità sia le notizie legate all'andamento economico-finanziario dell'azienda, sia i temi afferenti a progetti industriali quali, a esempio, la mobilità elettrica e le fonti rinnovabili (geotermia e fotovoltaico soprattutto).
Sui media regionali e locali, il peso maggiore, come naturale, l'hanno registrato i temi legati allo svolgimento dei servizi gestiti dal Gruppo. Tuttavia, un contributo determinante alla positività delle citazioni è venuto dai numerosi progetti portati avanti dal Gruppo (quali gli investimenti nell'idrico o la sperimentazione di forme innovative di raccolta rifiuti) e dall'impegno sul fronte della sostenibilità (quali educazione ambientale, attività di prevenzione degli infortuni sul lavoro, presentazione del Bilancio di Sostenibilità).
La presenza del Gruppo sui media, è stata caratterizzata (con citazioni per lo più "neutre" o "critiche") anche dal dibattito e dalla polemica politica legata alla determinazione delle tariffe sui servizi di igiene ambientale e idrico. Su quest'ultimo servizio molto ha inciso la dialettica connessa al referendum della primavera 2011 e alle sue conseguenze legislative e gestionali.