logo di stampa italiano
 
 
 
 
Sei in: La comunità locale » Le prescrizioni e le compensazioni ambientali relative ai nuovi impianti di Hera

Le prescrizioni e le compensazioni ambientali relative ai nuovi impianti di Hera

Potenziamento dell’impianto di termovalorizzazione di Ferrara
Protocollo d’intesa tra Provincia di Ferrara, Comune di Ferrara, Circoscrizione Nord-Ovest, Hera (allora Agea) del 25/06/03
Autorizzazione Integrata Ambientale Provincia di Ferrara dell’11/03/08 Prot. 21823
Esercizio delle sole 2 linee nuove e spegnimento della linea 1La linea 1 è stata spenta dal gennaio 2009, sono in esercizio solo le 2 linee nuove
Monitoraggio dell’impatto ambientale del termovalorizzatore attraverso analisi specifiche dell’aria, del suolo e biomonitoraggi. In particolare, saranno ricercati nei punti maggiormente influenzati dalle emissioni dell’impianto (definiti modellisticamente in funzione delle condizioni meteoclimatiche del sito) metalli pesanti, diossine e furani, IPA, PCB e polveri sottilinstallate tre nuove centraline, avviato a settembre 2010 il monitoraggio della qualità dell’aria. Avviati inoltre studi riguardanti analisi dei suoli e mutagenesi: in avvio indagini su deposizioni umide e biomonitoraggio. Il dettaglio delle attività è stato definito da Arpa, Ausl e Provincia di Ferrara in uno specifico Protocollo di Sorveglianza Ambientale e Sanitaria, basandosi su un disciplinare tecnico proposto dal CNR di Roma, che cura il coordinamento scientifico delle attività
Sistema di monitoraggio in continuo del mercurioRealizzato
Sistema di campionamento in continuo delle emissioni per analisi, su lungo periodo (fino a 30 gg), dei microinquinanti emessi (diossine e furani)Realizzato
Costituzione di un RAB per facilitare la comunicazione tra impresa e cittadini residenti nei pressi dell’impiantoRealizzato
Realizzazione di un bosco di 6 ettariRealizzato
Estensione del teleriscaldamento nelle frazioni di Cassana, Mezzana, Porotto e Arginone applicando uno sconto del 25% sul prezzo dell’allacciamentoCompletati i 2 allacciamenti che a fine 2009 erano in fase di attivazione. Realizzati nel 2010 altri 4 allacciamenti verso privati e un ulteriore allacciamento nel 2011: dal 2008 realizzati complessivamente 21 allacciamenti.
 
Realizzazione del nuovo impianto di termovalorizzazione di Forlì
Valutazione di Impatto Ambientale Provincia di Forlì-Cesena del 2/09/04 n. 323
Autorizzazione alla realizzazione Provincia di Forlì-Cesena del 27/09/05 n. 339
Autorizzazione Integrata Ambientale Provincia di Forlì-Cesena del 29/04/08 n. 237 e s.m.i.
Procedura di Screening D.G.P. del 21/07/09 n. 326
Realizzazione di 8 ettari di bosco, possibilmente lungo il fiume RoncoCompletate tutte le opere a verde relative agli 8 ettari di bosco, uno dei quali realizzato nel 2010 e destinato a parco pubblico (comunicazione di ottemperanza alla Provincia di Forlì-Cesena il 27/01/2011)
Sostituzione graduale nel tempo della tipologia di carburante dei mezzi utilizzati per la raccolta rifiuti a Forlì, da diesel o benzina a miscela gasolio/biodiesel o metanoL’utilizzo del combustibile miscelato con biocarburante è praticato sulla totalità della flotta Hera, in conformità con le norme di legge che prevedono a carico dei produttori l’obbligo di utilizzo di una quota di biocarburante che per il 2011 è pari al 4%. I mezzi a metano/elettrici utilizzati nella Sot di Forlì-Cesena al 31/12/11 sono 67 (61 a metano e 6 a gpl), corrispondenti al 27% del totale (erano 63 nel 2010, 57 nel 2009, 53 nel 2008)
Realizzazione di una barriera fonoassorbente in corrispondenza di una abitazione prossima all’impianto di depurazione biologica gestito dalla SOT di Forlì-CesenaSi è conclusa la procedura di rettifica degli atti amministrativi (VIA) con la conferma che la realizzazione della barriera fonoassorbente non è necessaria
Progettazione e realizzazione di una rete di teleriscaldamento finalizzata all’utilizzo dell’energia termica prodotta dalla combustione dei rifiutiCompletata la prima fase di realizzazione della centrale di alimentazione della rete TLR e attivata la cessione di calore alla rete (2.894 MWh ceduti nel 2011)
Dismissione delle linee 1 e 2 ed esercizio della sola linea 3Realizzata
Realizzazione di un centralina di monitoraggio della qualità dell’aria ubicata in prossimità dell’impianto di termovalorizzazione in area definita da Arpa. La centralina dovrà essere ceduta in comodato d’uso gratuito ad Arpa una volta collaudataAttiva dal 2009, con parametri monitorati in continuo (dati meteorologici, PM10 e PM2,5, NO2, CO e mercurio gassoso) e attraverso campionamenti periodici (metalli pesanti e microinquinanti sul PM10, ammoniaca, HF e HCl come inquinanti gassosi). Nell’aprile 2009 stipulato contratto di comodato d’uso con Arpa. Da luglio 2009 i dati relativi ai monitoraggi in continuo sono pubblicati sul sito web di Arpa, che quindi redige annualmente un rapporto con gli esiti dei monitoraggi effettuati. Le informazioni sul primo report riguardano prevalentemente i rendimenti degli strumenti
Realizzazione di due punti informativi con i dati delle emissioni in atmosfera, uno presso URP della Provincia di Forlì-Cesena e uno presso URP del Comune di ForlìRealizzati
Installazione di un nastro trasportatore del rifiuto dall’impianto di preselezione all’impianto di termovalorizzazioneNel 2010 concluse le procedure autorizzative (DGP 77/2010) e sviluppato il progetto. Avviati i lavori a ottobre 2011 e prevista la fine lavori nel corso del 2012
Realizzazione di un sistema ausiliario di aspirazione e trattamento arie esauste aspirate della nuova fossa rifiutiRealizzato
 
Realizzazione nuova centrale di cogenerazione di Imola
Ministero Ambiente, Tutela del Territorio e del Mare, Decreto di “Pronuncia di compatibilità ambientale” n. 142 del 15/02/06
Convenzione tra Comune di Imola, Hera S.p.A. e Hera Imola-Faenza del 21/12/06
Autorizzazione Integrata Ambientale Provincia di Bologna dell’11/04/07 P.G. n. 124043
Inserimento di limite per PTS e PM10 a 1 mg/Nmc, unico impianto turbogas in ItaliaValore medio emissioni 2011 PTS: 0,010 mg/Nmc; PM10: 0,15 mg/Nmc
Monitoraggio ambientale ante operam con due nuove centraline di rilevazione da realizzare su specifiche ArpaLe due nuove centraline sono in funzione da maggio 2007, dalla comparazione dei dati del 2011 non emerge nessun effetto dell’esercizio della centrale sui dati rilevati
Monitoraggio acustico ante operam, durante la costruzione e con centrale in funzioneMonitoraggi ante operam e durante la costruzione conclusi, realizzati nel 2011 tre monitoraggi con centrale in funzione i quali hanno riscontrato parametri di rumorosità entro i limiti di legge
Progettazione e sviluppo di un sistema pilota di mobilità sostenibile per la città di ImolaInstallate le postazioni di ricarica previste, consegnati i mezzi elettrici previsti
Creazione di un’area arborea e arbustiva con funzione di diaframma tra la centrale e il quartiere ZolinoCompletata
Creazione in zone individuate dal Comune di un’area verde attrezzata di un ettaroIn corso di acquisizione l’area da parte del Comune, seguirà la sistemazione a verde a cura di Hera
Inserimento di limiti alle emissioni di ossidi di azoto e monossido di carbonio pari a 15 mg/Nmc e 10 mg/Nmc, pari a 1/4 dei limiti di leggeI sistemi di abbattimento installati garantiscono livelli emissivi inferiori ai limiti. I dati medi 2011 sono pari a 7,701 mg/Nmc di ossidi di azoto e 2,005 mg/Nmc di monossido di carbonio
Inserimento di limiti al consumo idrico estivo e invernaleConsumo di acqua inferiore alle prescrizioni: 299.154 mc contro 300.000 autorizzati
Incentivazione allo sviluppo del teleriscaldamento e teleraffrescamento mediante scontiAttivati contratti per oltre 5.700 kW nel 2011, a fronte di sconti per oltre 230.000 euro
 
Potenziamento dell’impianto di termovalorizzazione di Rimini
Valutazione di Impatto Ambientale Provincia di Rimini del 28/12/06 n. 259
Screening Provincia di Rimini del 23/10/07 n. 200
Autorizzazione alla realizzazione Provincia di Rimini del 13/05/08 n. 105
Autorizzazione Integrata Ambientale Provincia di Rimini del 28/01/09 n. 13
Dismissione delle linee 1 e 2 più vecchie ed esercizio con la sola linea 3 e la nuova linea 4Linee 1 e 2 dismesse nel luglio 2008. Nel giugno 2010 avviata la nuova linea 4, dismessa a settembre 2010 la linea 3
Linee 3 e 4 con sistema catalitico per la riduzione degli ossidi di azoto, con sistema di monitoraggio in continuo del mercurio nelle emissioniLinea 4 equipaggiata con i sistemi previsti in progetto e nell’autorizzazione
Monitoraggio ambientale delle componenti, aria, suolo, acque del sottosuolo e biomonitoraggioAttivo dal 1997 mediante contratto di ricerca con Università di Bologna, Dipartimento di Chimica Industriale. Arpa ha effettuato un monitoraggio prima della costruzione della nuova linea 4. Gli esiti degli studi ante operam e post operam consentiranno di definire un piano di monitoraggio permanente dell’area
Progettazione e realizzazione di una rete di teleriscaldamento finalizzata all’utilizzo dell’energia termica prodotta dalla combustione dei rifiutiIl progetto esecutivo è stato presentato alla Provincia di Rimini il 21/12/09. Nel 2011 non sono state realizzate nuove attività dato che la lottizzazione che dovrà essere servita dal teleriscaldamento è ferma
Realizzazione di un punto informativo con i dati delle emissioni in atmosfera c/o Comune di Coriano entro il 30 giugno 2009Realizzato. È in corso la rilocalizzazione su richiesta del Comune di Coriano
 
Potenziamento dell’impianto di termovalorizzazione di Modena
Valutazione di Impatto Ambientale Provincia di Modena del 26/10/04 n. 429
Autorizzazione Integrata Ambientale Provincia di Modena del 29/06/09 n. 311
Dismissione delle linee 1 e 2 più vecchie ed esercizio con la sola linea 3 e la nuova linea 4Nel 2011 è stata avviata l’attività di demolizione definitiva delle linee 1 e 2 e di smantellamento della linea 3 propedeutica al revamping. La procedura di screening per la modifica del progetto della linea 3 (inserimento di sistema di depurazione fumi a doppio stadio) si è conclusa positivamente ed è stata rilasciata la relativa delibera di modifica AIA
Linee 3 e 4 con sistema catalitico per la riduzione degli ossidi di azoto, sistema di monitoraggio in continuo del mercurio, sistema di campionamento in continuo al fine dell’analisi, su lungo periodo (fino a 30 gg), dei microinquinanti emessi (diossine e furani)Sistemi attivi sulla nuova linea 4 e in progetto sulla linea 3
Monitoraggio ambientaleAttivo dal 2004. Prevede campagne di analisi relative a PTS, PM10, metalli microinquinanti in aria, analisi su terreni, deposizioni atmosferiche, biomonitoraggio. Con periodicità semestrale sono elaborate relazioni di sintesi e commento ai dati relativi agli esiti dei monitoraggi effettuati
Progettazione e realizzazione di una rete di teleriscaldamento finalizzata all’utilizzo dell’energia termica prodotta dalla combustione dei rifiutiSono in via di completamento i lavori presso l’ex Mercato Bestiame, zona di recupero urbano in cui il teleriscaldamento sarà in una prima fase alimentato con una centrale termica alimentata a metano, per essere collegato al termovalorizzatore in una fase successiva: terminata la realizzazione della rete di distribuzione, attivati i primi allacciamenti. Nel mese di novembre 2011 è stata inaugurata la centrale cogenerativa del quartiere 3° PEEP